“Aiutiamo a salvare vite”, formati altri 21 nuovi istruttori

38 istruttori abilitati all’insegnamento delle manovre salvavita e alla disostruzione delle vie aeree per adulti, bambini e neonati, interni alla nostra associazione. È questo il nuovo bilancio a seguito del corso tenutosi presso la sede Andi Milano, Lodi, Monza e Brianza il 6 e 7 aprile in cui si sono potuti formare altri 21 colleghi ANDI Young che si aggiungono ai 16 abilitati nel 2016. All’interno del nostro progetto “Aiutiamo a salvare vite” per i soci under 35 è, infatti, prevista la possibilità di frequentare il corso istruttori AHA (American Heart Association) e ottenere così la certificazione per poter, a propria volta, istruire sul territorio di riferimento altri colleghi come esecutori delle manovre BLS-D. (Il costo del corso è coperto dal nostro partner Cardiac Science). Un’opportunità che ci consente di essere sempre più capillari nell’offrire, in primis ai nostri pazienti, ma anche a tutta la popolazione, un soccorso tempestivo e competente in caso di emergenza.

Durante la prima giornata di formazione 18 soci ANDI Young hanno innanzi tutto frequentato il corso base per diventare esecutori BLS-D/PBLS-D e manovre di disostruzione delle vie aeree, ottenendo la certificazione riconosciuta a livello nazionale e dai diversi 118 competenti oltre che, grazie al patentino AHA, anche a livello internazionale. Questo ha permesso loro di accedere, il giorno successivo, al corso per diventare istruttori. A ciascun partecipante è stato distribuito un kit didattico con manuali e documentazione necessaria allo svolgimento del programma mentre la formazione è stata svolta da tre istruttori AHA della Cardiac Science. Per la parte di simulazione pratica sono stati utilizzati sei manichini ‘adulto’, sei ‘bambino’ e sei ‘lattante’ in modo che ogni discente potesse esercitarsi individualmente su ciascuna tipologia di intervento. Oltre alle manovre salvavita è stata inoltre organizzata una specifica sessione dedicata all’utilizzo dell’ossigeno all’interno di un studio odontoiatrico.

Durante la seconda giornata, presso la stessa sede, in 21 hanno potuto partecipare al corso, della durata di sei ore, coordinato da un esperto detto ‘faculty’, per diventare istruttori certificati. Tra gli argomenti affrontati ci sono stati i comportamenti positivi e negativi di un buon formatore, le tecniche e le metodologie previste dalle linee guida della American Heart Association, gli aspetti organizzativi e burocratici e, infine, il materiale didattico affidato all’istruttore. A conclusione del proprio percorso formativo, superate queste due giornate, ciascun aspirante istruttore sarà chiamato nei prossimi mesi a tenere un corso sotto il monitoraggio di un tutor ‘faculty’.

Contribuire a diffondere la cultura del primo soccorso è una delle priorità della nostra Fondazione, per questo siamo particolarmente soddisfatti di annoverare un numero così importante di istruttori e, allo stesso tempo, invitiamo sempre più colleghi ad aderire a questo progetto con cui mettiamo a disposizione dei soci ANDI, e del loro staff, la possibilità di acquisire le competenze necessarie ad attuare interventi sanitari d’emergenza, come la rianimazione cardiopolmonare e la disostruzione delle vie aeree, insieme a un adeguato utilizzo del defibrillatore.

Essere preparati a gestire ogni tipo di imprevisto permette di rendere i nostri studi luoghi più sicuri e pronti a rispondere alle emergenze e alla nostra categoria professionale di essere percepita sempre di più come attenta al benessere e alla salute dei cittadini.

Per organizzare un corso sul proprio territorio e per maggiori informazioni 02 30461080 oppure segreteria@fondazioneandi.org.


Di seguito l’elenco dei 21 nuovi istruttori:

  • Augello Davide, Andi Milano Lodi Monza Brianza
  • Colozza Salvo, Andi Campobasso
  • Corana Matteo, Andi Alessandria
  • Dai Pra’ Tommaso, Andi Trento
  • Donati Michele David, Andi Arezzo
  • Filippelli Maria, Andi Cosenza
  • Gardi Camilla, Andi Genova
  • Grion Martina, Andi Udine
  • Iacona Giuseppe, Andi Catania
  • Manini Lorenzo, Andi Piacenza
  • Morandi Andrea, Andi Cremona
  • Pannini Claudia, Andi Siena
  • Pino Francesco, Andi Messina
  • Ramadani Belanov, Andi Pesaro-Urbino
  • Sabbadini Laura, Andi Mantova
  • Salvati Federica, Andi Salerno
  • Salvati Simone Ettore, Andi L’Aquila
  • Santarpia Valentina, Andi Catania
  • Tardani Alessandro, Andi Milano Lodi Monza Brianza
  • Zaninari Ludovica, Andi Udine
  • Zarino Ludovica, Andi Vercelli
Congratulazioni e auspici di una buona carriera da istruttori ANDI a tutti loro.

Dona il tuo 5X1000 a Fondazione ANDI!

Con il tuo sostegno, Fondazione ANDI aiuta i dentisti volontari a portare cure a chi ne ha più bisogno, sia in Italia che nei paesi più poveri. Aiuta ad assistere i bambini in difficoltà e affetti da malattie rare. Aiuta a organizzare attività sul territorio per sensibilizzare le persone contro il tumore del cavo orale e le apnee notturne.

E, facendo questo, aiuta a dare la giusta immagine di noi dentisti, che ogni giorno lavoriamo e ci impegniamo per facilitare le persone a vivere meglio.

Con il tuo 5X1000 a Fondazione ANDI, aiuti gli altri e aiuti anche un po’ te stesso.

Destinare il 5X1000 delle tue tasse a Fondazione è facile e non costa nulla, perché si tratta di una tassa che andrebbe comunque allo Stato.

É sufficiente inserire nella casella “Sostegno del volontariato” della tua dichiarazione dei redditi, la tua firma e il Codice Fiscale 08571151003.

Related Post