Campagna di prevenzione della salute del cavo orale

92 %
Raccolti €37,000 / €40,000
Campaign Duration: 616 Days

Campagna di prevenzione della salute del cavo orale

Il progetto Il cancro orale (oral cancer) è tra le forme tumorali più diffuse al mondo, altamente invasivo e invalidante.

In Italia rappresenta il 7% dei tumori nell’uomo e l’1% nella donna, ma la sua incidenza complessiva è in aumento, così come il tasso di mortalità. Ogni anno si registrano circa 6.000 nuovi casi con una mortalità, a 5 anni dalla diagnosi, di oltre il 70%. E come se ogni tre ore una persona morisse a causa di questa grave patologia. L’elevato tasso di mortalità è dovuto al fatto che il tumore del cavo orale è troppo spesso scoperto in ritardo. Un’adeguata prevenzione e soprattutto una diagnosi precoce, sono l’unico strumento di cura. Quando il carcinoma è rilevato e curato nella sua fase iniziale, si ottiene infatti una guarigione completa

 

Le attività

Per questi motivi, da più di dieci anni, diffondiamo e promuoviamo una cultura della prevenzione e poniamo l’accento sulla centralità di una diagnosi precoce. Tutti i mesi di maggio organizziamo una campagna di sensibilizzazione e informazione che porta tantissimi dentisti volontari a scendere in piazza in tutta Italia per informare i cittadini e più di 8.000 studi dentistici si rendono disponibili a d aprire le loro porte per effettuare visite di controllo gratuite.

Tra i fattori di rischio per l’insorgenza di questa neoplasia che interessa gengive, lingua e tessuti molli della bocca, ci sono fumo, alcol, cattiva igiene orale, Papilloma Virus (HPV), protesi dentarie mal realizzate e una dieta povera di frutta e verdura. Raggiungendo le postazioni informative nelle piazze, i cittadini hanno la possibilità di ricevere materiale informativo e soprattutto di parlare direttamente con i dentisti dei corretti stili di vita da adottare per prevenire il cancro orale, dei motivi per cui è necessario per i soggetti a rischio effettuare frequenti visite di controllo e di quanto la prevenzione sia davvero lo strumento primario in questa battaglia.